Docente e blogger bilingue con il pallino per l'analisi degli adattamenti italiani e per la preservazione storica di film.

4 Comments

    • Evit

      30 Ottobre 2017 at 18:04

      Lì c’è poco da dire. Con Valerio Piccolo si va sul sicuro. C’era solo una parola che mi ha fatto un po’ sorridere, magari in futuro ne riparleremo, non so.

      Rispondi
  • Antonio L.

    1 Novembre 2017 at 14:08

    Personalmente ho imparato ad ignorare questi prodotti esangui, che tentano ormai di aggrapparsi all’effetto nostalgia, mostrando tutta la loro inutilità. Non ho visto il film ma ho compreso dal vostro video che si tratta del solito prodotto tecnicamente impeccabile, fotograficamente magnifico e tuttavia privo di qualunque presa sullo spettatore esigente in fatto di sceneggiatura (spesso ormai tagliata completamente dai costi di produzione). il prossimo sarà probabilmente Star Wars (sigh) Episodio 8 :'(

    Rispondi
    • Evit

      2 Novembre 2017 at 22:35

      Non me lo ricordare! Onestamente se non fosse per le risate che posso farmi con Petar e le discussioni che ne scaturiscono, Star Wars 8 lo ignorerei volentieri.
      Hai capito proprio bene, purtroppo Blade Runner 2049 non è altro che il solito prodotto impeccabile tecnicamente con la trama più banale del mondo, tanto che abbiamo indovinato per puro caso le tre più grandi stronzate su cui si basa. E non perché siamo indovini, abbiamo solo pensato alle cose più sceme che ci potevano mettere dentro e così è stato.
      Altro film da rimuovere. Niente a che vedere con Blade Runner.

      Rispondi

Rispondi