Non comprate quel biglietto #8: STAR WARS VII – Il Risveglio della Forza

Per tentare di ridurre il numero di iscritti sul canale YouTube di Doppiaggi Italioti, ecco finalmente la nostra discussione su Star Wars VII – Il Risveglio della Forza, registrata a dicembre e pubblicata solo adesso, a febbraio, per via dell’estrema svogliatezza che ci caratterizza e il disinteresse che proviamo verso gli “acchiappa-click”.
copertina489
A breve anche la seconda (e ultima) parte.

18 Comments

  • Georgeone

    1 Febbraio 2016 at 16:52

    Prima di vedere come distruggerete il film vi preavviso: fino ad oggi sono stato sempre in linea con i voctri commenti, ma stavolta il film mi e’ piaciuto… forse perche non sono un fan agguerrito della saga, chissa…. cmq: ne riparlaimo dopo aver visto il video:)

    Rispondi
    • Evit

      1 Febbraio 2016 at 16:56

      Talvolta ci scrivono su youtube: “non concordo ma mi avete fatto divertire lo stesso”. Tanto basta. Non cerchiamo certo dei proseliti che concordino con noi su tutto. Ci basta sapere che qualcuno ne condivida l’umorismo, del resto non sono mai video seriosi.

      Rispondi
    • Georgeone

      2 Febbraio 2016 at 15:10

      Bene, ho visto la parte 1 e posso dirlo: mi sono piegato in due dalle risate!!!!!:)
      Inoltre, entrando nel merito: e’ vero, nel film ci sono un sacco di minchiate, ma gliele perdono, perche come gia detto, il film mi e’ piaciuto. Oltretutto alcune scelte di JJ & Co che a molti (voi compresi) non sono piaciute io invece le ho trovate interessanti: in primis la faccia del TROTA. Mi piace in generale che sia un imbecille, che sia palese la sua inettitudine (si arrabbia come un bambino, si lascia mettere i bastoni tra le ruote dal primo pirla che trova una spada laser, e anche con la fanciulla non ci fa bella figura…) e infatti cede al lato oscuro nel modo piu cretino. Non mi diapiace nemmeno che accadano cose gia viste: la storia si ripete e i cattivi rifanno gli stessi sbagli: ricostruiscono una morte nera con gli stessi difetti, ricreano una specie di Impero…. PS: non e’ che avete trovato una videocassetta della trilogia originale dietro le orecchie?:D

      Rispondi
      • Evit

        2 Febbraio 2016 at 15:26

        Il Trota non mi ha disturbato, è Petar che lo ha detestato perché trova in generale poco interessante l’intero apparato del Nuovo Ordine gestito da “giovanotti” della nostra età che indubbiamente non hanno un carisma neanche paragonabile al vecchio impero.
        Una delle VHS della trilogia originale era dietro la mia schiena. ;D

        Rispondi
  • Francesco

    2 Febbraio 2016 at 04:21

    Mi aggiungo ai “non sono d’accordo ma mi avete fatto divertire”. Il Trota è un gioiello. Voglio, anzi, esigo una rubrica riservata ai commenti esclusivi di Petar! Parlando del film, dire che mi è piaciuto è un tantino esagerato, diciamo che mi è piaciucchiato. Ho trovato buona l’idea di usare una trama che rimandi al primo e inimitabile Guerre Stellari, anzi, sono del parere che se non l’avessero fatto, qualcuno avrebbe avuto lo stesso da dire. La regia è anche adeguata, credo che J.J. ci sappia fare meglio dello zio Giorgione dietro la cinepresa. Quella che mi ha dato da ridire, è stata la sceneggiatura: pochi dialoghi memorabili, e un grosso, anzi ENORME dettaglio che il buon Kasdan si poteva risparmiare, ovvero la base Starkiller. I personaggi mi hanno fin da subito coinvolto, Kaylo Ren compreso. I commenti come “è la copia sbiadita di Fener” credo siano stupidi, dato che è palese che si tratti di una peculiarità VOLUTA del personaggio, ovvero il cercare di essere ciò che non è. E qui mi sento di elogiare ancora il film, perchè qualunque cattivo avessero tirato fuori, era ovvio che avrebbe dovuto competere con Fener, e rendendo quest’ultimo il nipote che cerca di imitarlo a tutti i costi l’ha reso benissimo. Avrei moltissimo da dire, ma chiudo qui, ho detto il più necessario. Sul doppiaggio italiota di questo film mi sono già espresso, ovvero mi ha deluso quasi del tutto.

    Rispondi
    • Francesco

      2 Febbraio 2016 at 04:33

      Ah non so come ma ho dimenticato un dettaglio importantissimo: La colonna sonora di John Williams. Io amo John Williams, credo che chi sia stato bambino tra gli anni 80 e i 90 concordi con me nel definirlo il compositore della colonna sonora della propria infanzia e adolescenza. Anche qui ha fatto un lavoro notevole, il tema di Rey e la marcia della resistenza sono brani fantastici. Quest’ultimo pezzo in particolare, se fosse stato nella vecchia trilogia, credo che oggi sarebbe ritenuto un capolavoro insieme alla marcia Imperiale.

      Rispondi
    • Evit

      2 Febbraio 2016 at 08:26

      “esigo una rubrica riservata ai commenti esclusivi di Petar!”
      Petar tutte quelle perle non le tira fuori in solitaria, gli serve lo stimolo di una conversazione per farsele venire. Quindi, purtroppo per te, dovrai sopportare anche la mia presenza per poterne sentire altre.

      Rispondi
  • Francesco

    2 Febbraio 2016 at 11:59

    Non ti offendere, mi fate scompisciare entrambi, eh! Arriveranno altri video su The Lady? con quel capolavoro del trash date sempre il massimo!

    Rispondi
    • Evit

      2 Febbraio 2016 at 12:09

      Il mio commento era volutamente provocatorio ma non mi offendo minimamente, anzi mi fa piacere che il mio amico Petar piaccia, del resto è il motivo per cui ho iniziato a registrare questi video. Dico solo che né io né Petar abbiamo manie da youtuber, i video che registriamo sono semplicemente un documento di conversazioni reali e spontanee che avvengono tra di noi, quindi dubito che uno di noi due si metterà mai in solitaria davanti alla telecamera rivolgendosi al pubblico da casa.
      I “videocommenti” su The Lady 2 sono stati registrati lo scorso fine settimana (episodi 5-11), un po’ di tempo per montarli e ci saranno tutti. Intanto vedo che la Del Santo continua ad oltranza non fermandosi al decimo come per la prima serie. Che palle.

      Rispondi
  • Francesco

    2 Febbraio 2016 at 12:16

    Beh, se la cosa finisse col diventare dannosa ai vostri bulbi oculari e ai neuroni consiglio di non continuare. Sicuramente questa serie continuerà fino a quando la Del Santo capirà che chi l’ha elogiata erano mandrie di troll, quindi la vedo dura, ora arriva ad autoparagonarsi a registi da oscar.

    Rispondi
  • Antonio L.

    4 Febbraio 2016 at 12:34

    Vi ricordate la scena “non sono un Jedi, però conosco la forza…”? in quel preciso istante le mie palle si sono staccate per il troppo peso e sono rotolate giù come la sfera di pietra del primo Indiana Jones.

    Rispondi
    • Evit

      4 Febbraio 2016 at 12:37

      È uno scherzone di Abrams, vedrai che sarà un potente Jedi che fa finta di non sapere niente, così da emulare a tavolino il colpo di scena della rivelazione di Yoda nel L’Impero Colpisce Ancora. Solo che in quel film avveniva tutto in 10 minuti, non due film.

      Rispondi
  • Antonio L.

    4 Febbraio 2016 at 12:47

    Ne L’impero colpisce ancora l’imperatore venne interpretato dalla moglie di Rick Baker. Oggi per fare un pupazzetto devono per forza chiamare l’attrice di grido che ha da poco vinto l’Oscar. Poteva farli tutti Andy Serkis e fine della storia.

    Rispondi

Rispondi