ITALIOTI AL CINEMA… Estate 2011


Miei cari fan italioti, rieccoci all’appuntamento sui film di prossima uscita o che sono già nelle sale cinematografiche. Che questa sia un’estate fiacca lo si è capito subito vedendo la lista di film in sala.

Che noia le solite intricate avventure di Jack Sparrow nei Pirati dei Caraibi sempre ai confini di qualcosa! In questo caso oltre i confini del mare (originale: On Stranger Tides). Che sono i confini del mare in confronto ai confini del mondo del precedente capitolo? Mah. Che noia quei 100 minuti di X-Men: L’inizio (originale: X-Men: First Class)! Che pacco Libera uscita con Owen “nasone” Wilson (originale: Hall Pass)! No, non parla di prigioni ma di un “pass” di libera uscita dal matrimonio per una settimana… entusiasmante, no? E che mazzata nei coglioni quell’ingannevole L’ultimo dei templari con Nicolas Cage (ingannevole perché ricorda “Il mistero dei templari” con lo stesso attore) che in originale invece ha il titolo Sesason of the Witch (come il sottotitolo di Halloween III).

Non c’è che dire, è proprio un pessimo periodo per rimanere bloccati in città nel caldo estivo con niente di interessante da vedere nei refrigerati multisala. Pensate che a breve magari possa uscire qualcosa di interessante per cui valga la pena spendere quel piccolo patrimonio di €7,50? Non vorrei deprimervi ma guardate alcuni dei titoli di prossima uscita:

Del genere “film italiani pretenziosi”: Hypnosis, film italiano dal titolo in inglese. Horror-thriller verso il quale nutro poche speranze di successo. La locandina stessa sembra noiosa e senza fantasia. La trama non è proprio promettente.

Apparentemente impossibilitati nel tradurre il sottotitolo “The Dark Side of the Moon“, l’ultima boiata di Michael Bay, ovvero il terzo capitolo della serie Transformers, viene presentato in Italia come “TRANSFORMERS 3” il che basta avanza ed è più che giusto. Trovo curioso che non abbiano adottato il solito sottotitolo, io propongo “TRANSFORMERS 3 – Fregature metalliche”.

I miei assidui lettori ricorderanno uno dei primi post in cui parlavo dei vari tipi di titoli italioti. Tra le varie categorie c’era quella dei titoli inglesi con sottotitolo in italiano e anche quella dei titoli inglesi “tradotti” con altri titoli, sempre in inglese. Ebbene, nel caso di THIS IS BEAT – SFIDA DI BALLO siamo all’intreccio delle categorie menzionate; difatti il titolo originale è YOU GOT SERVED: BEAT THE WORLD. Ma infondo CHISSENE di questi filmacci sul ballo che nessuno va a vedere. È bene che cadano nel dimenticatoio al più presto, possibilmente ancor prima d’essere usciti. Triste che si impegnino pure a doppiarli mentre ci sono capolavori esteri da decenni in attesa di una versione italiana doppiata (o almeno sottotitolata).

Continuiamo con UN TUFFO NEL PASSATO, in originale HOT TUB TIME MACHINE (ovvero la “vasca da bagno macchina del tempo”, letteralmente). Apprezzabile il “tuffo” nel passato anche se l’idea evocata è più quella di un film romantico. Probabilmente un film mediocre da vedere al massimo a noleggio, ma anche da non vedere affatto.

Altro titolo alterato ma non propriamente errato è IN VIAGGIO CON UNA ROCKSTAR, in originale GET HIM TO THE GREEK ovvero “portalo al Greek”, riferito al Greek Theatre di Los Angeles, luogo sconosciuto ai più, in Italia.

In stile La Tigre e il Dragone (in inglese meglio tradotto come Crouching Tiger, Hidden Dragon) il nuovo film Snow Flower and Secret Fan verrà presentato in Italia come Il ventaglio segreto (invece che Fiore di Neve e il ventaglio segreto), ma sì dai, forse suona meglio… ma no, un momento! Il romanzo da cui è tratto è stato pubblicato proprio come Fiore di neve e il ventaglio segreto!

Homer Simpson che dice d'oh!
Concludo con La chance de ma vie (l’occasione della mia vita) distribuito con il titolo Per sfortuna che ci sei (solito titolo italiota da commedia romantica), Bitch Slap – Le superdotate (non si sono azzardati a tradurre Bitch Slap, eh?), film cagata del 2009 in uscita solo adesso, tre anni dopo, evidentemente non sapevano se buttarlo

o distribuirlo.
E infine un film italiano che cerca di passare per straniero grazie ad un cast internazionale e un titolo inglese: At the End of the Day, che in Italia aggiunge il sottotitolo Un giorno senza fine. Il titolo originale sarebbe dovuto essere Delirium Cordia.

Uh, già, quasi dimenticavo che sta per uscire l’ultimo pezzo dell’ultimo film di Harry Potter. Speriamo non sia soporifero come il primo pezzo, quello richiese uno sforzo notevole per non andarsene a metà film.

Mi andrò invece a vedere 13 Assassini con la speranza di trovarci un buon film sui samurai come li facevano una volta.

Docente e blogger bilingue con il pallino per l'analisi degli adattamenti italiani e per la preservazione storica di film.

No Comments

  • utente anonimo

    24 Giugno 2011 at 17:44

    "13 assassins" lo devo ancora vedere ma da fan di Takashi Miike vado sul sicuro.
    Hai mai visto qualche suo film?
    molto spesso i suoi film hanno trame e personaggi al limite dell'assurdo, e sono visivamente iperviolenti.
    Questo mi dà l'idea di essere un po' più sul classico ma con lui non si sa mai.
    Tommy

    Rispondi
  • Evit

    24 Giugno 2011 at 19:05

    No, ammetto di non conoscere questo regista. Dal trailer anche io ho avuto l'impressione di essere in presenza di uno stile "classico" (con qualche esplosione in più). Quando torno in Italia la prossima settimana corro al cinema a vedermelo

    Rispondi
  • Evit

    3 Luglio 2011 at 22:42

    OK sono andato a vedere 13 Assassini come annunciato e confermo che era tutto ciò che mi aspettavo: un film samurai in stile classico con piccole aggiunte moderne (tipo qualche esplosione) che non stonavano. Un bel film.
    Ai fan del genere lo consiglio vivamente.

    Rispondi

Rispondi