Locandine all’Amatriciana (13) – Full Monty


Per chi ancora non sapesse perché “Full Monty – Squattrinati organizzati” (titolo originale: The Full Monty) si chiami così ve lo spiego io: “The full monty” è un espressione britannica informale che indica l’interezza di un servizio. The full monty può essere una colazione completa per esempio. Nel film si riferivano al fatto di denudarsi “completamente”, di mostrare “il corredo intero”, “tutto il pacco”… e così nasce il mio titolo provocante, che, ricordo al lettore non abituale a cui non sono noti gli scopi della mia rubrica Locandine all’Amatriciana, vuol essere non una traduzione del tipo “come si sarebbe dovuto chiamare” ma piuttosto un adattamento ironico che porta solo a riflettere sul concetto di lasciare i titoli inglesi a tutti i costi, specie quando questi non fanno parte del bagaglio linguistico dell’italiano medio e quindi risultano incomprensibili ai più.
Adesso sapete cosa vuol dire “full monty” anche se rimane il dubbio sul perché abbiano lasciato tale titolo in italiano (omettendo tra l’altro il “the”). Evidentemente “servizio completo” come titolo non funzionava bene ma di certo “full monty” è ancora meno indicativo, in questo caso il sottotitolo (squattrinati organizzati) è stato essenziale al successo del film in terra italica.

Docente e blogger bilingue con il pallino per l'analisi degli adattamenti italiani e per la preservazione storica di film.

No Comments

  • Carmelo

    20 Settembre 2014 at 16:24

    Magari gli adattatori hanno pensato di lasciarlo così perchè qualcuno più curioso vorrà apprendere appunto un pò di gergo british :), comunque bel film di humour inglese insieme a Funeral Party (personalmente questo titolo mi piace di più del originale Death at a funeral) e Quattro matrimoni e un funerale.

    Rispondi
    • Evit

      20 Settembre 2014 at 16:32

      Ciao Carmelo.
      Aveva un suo senso che i film “british” avessero un titolo in inglese (a fine anni 90/inizi 2000 era quella la tendenza), ma oggi giorno, dove pochi titoli vengono tradotti in italiano ormai e persino quelli francesi o asiatici ce li propinano con titoli in inglese, purtroppo la cosa ha perso un po’ di senso. Comunque ci sono molti titoli proposti in inglese ben riusciti, tra i quali alcuni da te citati.
      “Full Monty”, tuttavia, non lo ha mai compreso nessuno in Italia. Per questo ho ritenuto giusto spiegarlo.

      Rispondi

Rispondi